La compressione parallela

43
99
compressione parallela

In questo articolo vorrei parlarvi di una tecnica molto usata nei mix: la compressione parallela anche detta New York compression!

Ciao e bentrovati sul mio sito. Non so se ne avete mai sentito parlare, ma la compressione parallela è un sistema ingegnoso ed efficace per rendere le vostre batterie più grosse e potenti! Vediamo come si fa. Come sempre ho preparato alcune immagini per facilitare la compresione.

Mandate ogni canale della batteria dentro un bus stereo appositamente creato.

Potete decidere se mandare lo stesso mix della batteria “originale” oppure scegliere di applicare un altro mix (ad esempio potete mandare più segnale di cassa e rullante al bus parallelo!).

Sul bus stereo parallelo inserite un compressore e settatelo in modo decisamente spinto, in modo da non avere meno di 10-12 db di compressione.
Un buon compressore per questo processo è l’ SSL Stereo Comp (che il plug in va benissimo!). potete tenere un attacco medio-veloce ad es 10 ms e il rilascio veloce a 0.3 sec oppure provate a metterlo automatico e sentite cosa succede.

– Potete provare a inserire sul bus parallelo anche un po’ di segnale del basso!

– Provate poi ad aggiungere un equalizzatore ed enfatizzare le frequenze basse, sui 100hz e quelle alte sui 10khz. 3 o 4 db di boost dovrebbero essere sufficienti.

Attivate la delay compensation per evitare effetti di flanging.

– Se non avete la versione 9 o superiore di protools e non avete la compensazione del delay potete ovviare a questo fatto facendo un gruppo della batteria e indirizzando questo gruppo come seconda uscita al bus parallelo. Per avere più output contemporaneamente basta tenere premuto control mentre cliccate sull’assegnazione dell’output.
Vedrete che il doppio output è simbolizzato con un + (vedi immagine).

Infine regolate i livelli a vostro gusto!

Se ti è piaciuto questo tutorial seguimi per scoprire sempre nuovi interessanti trucchetti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here